Giocare con le parole

Destinatari: insegnanti scuola primaria di primo grado
Incontri: 3 incontri di due ore: uno teorico - introduttivo e l'altro pratico
Finalità: l'attività si propone si fornire strumenti didattici che coniughino la drammatizzazione teatrale e la ludolinguistica.

Metodologia: a partire da testi teatrali come “Per caso e per naso” di Anna Vivarelli, le commedie di Sergio Tofano e altri testi Gianni Rodari si prevedono diversi tipi di percorso:

  • l’osservazione: a caccia dei giochi di parole e delle figure retoriche
  • l’invenzione: i linguaggi della fantasia, come parlerebbe…
  • la creatività: le variazioni sul tema, come raccontare una storia in mille modi di-versi…
  • la riflessione sul significato: giocare con i centoni, ovvero parole in libertà che diventano poesia e teatro.

Stampa   Email